genitori_mammaepapa.jpg

GENITORI.ONLINE

I benefici dell'esercizio fisico durante la gravidanza

Perché è così importante fare attività fisica durante la gravidanza?

Ecco la spiegazione completa e dettagliata per capirne i benefici.


Indice dei contenuti

Benefici fisici e mentali

Che tipo di esercizi posso fare?

Allenati nel modo giusto

Il post-parto



Molte donne sono spesso ancora titubanti ed intimidite dall’idea di sottoporre il loro corpo ad una regolare attività fisica, temendo di compromettere o comunque alterare lo sviluppo del bambino.

L'esercizio durante la gravidanza è sicuro finché la donna non è ad alto rischio. Se si otterrà il permesso ostetrico, e non si è in rigoroso riposo a letto ci sono infiniti benefici sia per la mamma e il bambino.


ATTENZIONE! Prima di affrontare ogni sorta di attività fisica/sportiva abbiate sempre il consenso del medico o della vostra ostetrica.


Benefici fisici e mentali


Ormai da diversi anni, studi specialistici dimostrano che l'esercizio fisico durante la gravidanza, oltre ad aiutare la generale tonificazione muscolare, migliora la circolazione e la respirazione nella donna e quindi anche l’apporto di ossigeno e nutrienti al bambino; previene inoltre l’insorgere del diabete gestazionale, di patologie pressorie (l'ipertensione materna), facilita la digestione e, altrettanto importante, giova al buon umore generale della mamma.


Che tipo di esercizi posso fare?


Probabilmente stai cercando di capire che tipo di esercizio dovresti praticare durante la gravidanza e con quale frequenza: l'intensità può variare molto da donna a donna, anche in base al proprio background sportivo e se, già prima della gravidanza, si praticava un’attività fisica regolare.


Per allenarsi non è necessario iscriversi in una palestra o ad un corso specializzato, si possono eseguire dei semplici esercizi tranquillamente da casa con pochi oggetti quotidiani (sedie, bottiglie d’acqua chiuse, libri, ecc) utili per allenare gli arti, la schiena e i glutei. Se non si è mai praticato nulla in passato si potrà sempre iniziare con una routine molto semplice: brevi camminate, esercizi di Kegel, di stretching e di respirazione.


Allenati nel modo giusto


Se stai iniziando una camminata assicurati che il tragitto sia su un terreno pianeggiante, fai passi più brevi per limitare al minimo le rotazioni del bacino e il carico sulle articolazioni.


Se decidi di iniziare un esercizio fisico in palestra o tramite un programma specifico (yoga, pilates, ecc) chiedi sempre istruzioni e assicurati che il personal trainer, l'istruttore o il professionista a cui ti stai affidando abbia un’adeguata formazione ed un’esperienza specifica all’affiancamento di soggetti in gravidanza.


È fondamentale mangiare sempre il dovuto (anche nei periodi di nausea quando il desiderio del digiuno è più forte) e bere molto per evitare disidratazione


Se ami correre o sei una podista appassionata potresti essere preoccupata di come i “sobbalzi” e le vibrazioni possano influenzare il vostro bambino. Questo è un mito! Se ti assicuri di essere su un terreno pianeggiante, con calzature sicure e che il passo sia sempre proporzionato alla tua percezione della fatica e dell’affaticamento muscolare, non è un’attività vietata.


Se siete più amanti dello yoga e dello stretching è necessario fare attenzione alle posizioni che si assumono durante le sessioni. Anche se nelle lezioni di yoga spesso ci si concentra sulla respirazione e sulla riduzione dello stress, certe posizioni ti prevedono un appoggio sulle mani e sulle ginocchia possono far sì che l'utero spinga sulla parete addominale portando a dolore o ad un affaticamento prolungato dell’area.


Chiaramente in gravidanza è preferibile non allenare gli addominali, o meglio, non nella maniera tradizionale: rafforzate la parete addominale con esercizi di respirazione/espirazione in posizione seduta o quadrupede. Gli esercizi respiratori aiutano a rinforzare e liberare il diaframma, elasticizzare il pavimento pelvico, i muscoli obliqui ed il trasverso dell'addome.


Sull’argomento vi segnaliamo un bel video realizzato da ABC Mamma TV dove l’ostetrica Karin De Lucia illustra alcuni utili esercizi per il pavimento pelvico:



Il post-parto


Dopo aver felicemente messo al mondo il tuo bambino, prima del controllo postparto della sesta settimana, anche dopo i primi giorni puoi tornare a fare semplici esercizi (come gli esercizi di Kegel o di stretching), brevi camminate ed esercizi di respirazione, ma niente di troppo stressante o impegnativo.

Ricorda che hai ancora in circolo molti ormoni della gravidanza che possono influenzare il tuo corpo.


Anche se siete desiderosi di riprendere a fare sport o semplicemente ritornare al vostro peso forma è fondamentale la pazienza! Lentamente il tuo corpo tornerà come prima e con esso la possibilità di riprendere gli allenamenti in tutta sicurezza.

Ma ricordati sempre che il tuo medico o ginecologo saranno sempre disposti a darti il loro parere professionale e ad aiutarti e supportarti per affrontare questo periodo nel migliore dei modi.



26 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti